venerdì 18 settembre 2015

Fichi secchi: destinazione Natale

Come far seccare i fichi da utilizzare per preparare i dolci di Natale 
Ho sempre ammirato chi sa cucinare, tenere in ordine la casa,  fare bricolage e anche il découpage. Tutte cose per cui io sono negata, soprattutto in cucina dove sono surclassata anche da mio marito e allora per non sentirmi troppo avvilita vado spesso a pranzo da mia madre con la scusa che preparandomi qualcosa da mangiare  la rendo felice perché ha ancora qualcuno da accudire.

Ho care amiche che guardo sempre con ammirato stupore perché sono la quinta essenza della perfezione; in cucina non hanno niente da imparare, coltivano l’orto ed il frutteto sotto casa, fanno attività politica, viaggi in aereo di dodici ore e per di più qualcuna di esse è già in pensione. Da loro ogni pranzo è una festa e per cercare di recuperare un poco di autostima chiedo sempre ricette e consigli di cucina ma è tutta scena perché non sarò mai una cuoca non dico eccezionale ma anche solo normale, capace come loro di approntare  in questi giorni torridi di settembre i fichi da fare seccare per preparare il ripieno dei biscotti a  Natale.
 
Consigli delle amiche su come si preparano i fichi secchi
Per preparare i fichi secchi si devono raccogliere solo fichi bianchi che interi o tagliati a due metà vengono esposti al sole per 4,5 giorni per farli asciugare ponendoli su un ripiano di legno o dentro una cassetta.
Quando hanno perso la maggior parte dell’acqua vengono messi in una retina o dentro uno scolapiatti ed immersi per pochi minuti in acqua bollente per sterilizzarli. Vengono poi, esposti di nuovo al sole ad asciugare coprendoli, questa volta, con un velo di stoffa per evitare polvere ed insetti. Quando avranno raggiunto il giusto grado di essiccazione si uniscono insieme le due metà formando quelle che vengono chiamate "chiappe di fichi secchi" che possono anche essere imbottite al centro con una mandorla o con una noce.
I fichi sono la scorta che consentirà a Natale di preparare i Buccellati, dolci dell’ennese.
Sito di provenienza
Come preparare i Buccellati
Occorre partire dalla pasta frolla che costituisce l'esterno del biscotto preparando a parte un ripieno a base di  macinato di fichi secchi, mandorle tostate, uva passa, scorze d'arancia, cannella. Chiusa la pasta con una forma tondeggiante i biscotti si passano in forno.
E siccome tutti i fichi dell'albero di casa dovranno essere utilizzati ecco da Letizia, la ricetta della Marmellata di fichi.
Sbucciare accuratamente i fichi e tagliarli a pezzetti, pesarli e metterli in una pentola d'acciaio abbastanza larga;  portare ad ebollizione  e con una paletta di legno mescolare e spappolare i fichi aggiungendo lo zucchero (per 1 Kg di fichi 300 g di zucchero) Continuare a mescolare stando attenti a non far attaccare sul fondo il composto che bisognerà far cuocere per 30 minuti. Infine aggiungere 3 cucchiai di rum e abbondante polvere di cannella. Invasare in contenitori di vetro precedentemente sterilizzati e bene asciugati. Da provare con ricotta fresca e pane casereccio.
Mi raccomando non fate come me che dopo avere chiesto la ricetta sfuggo il confronto e dunque, in genere, non mi cimento; voi provateci....

2 commenti:

  1. Che bel sito!Tornerò a curiosare perché sono sempre alla ricerca di novità e consigli.I fichi secchi sono la mia passione,li facevo anni fa,ora mi accontento di acquistarli,da persone delle quali mi fido.Faccio i dolci di Natale,un po diversi da quelli siciliani.Io sono calabrese e vivo in Sicilia,così ho doppie possibili ricette.Per ora un cordiale saluto,dalla Calabria questa volta,sto completando vacanze , salse e confetture....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, che bello conoscerti, ma ti sarai accorta che io in cucina non ci so proprio fare, me la cavo meglio con le piante; se hai consigli da dare il blog è aperto a tutti....

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...