domenica 27 giugno 2021

Radicepura Garden Festival: "Giardini per il futuro"

 

Finalmente si ricomincia: dopo un “annus horribilis” si ripresenta la possibilità di stare di nuovo insieme per visitare, discutere e fotografare giardini. Proprio in questi giorni con l’inaugurazione che avverrà oggi, 27 giugno, si apre, infatti, la terza edizione della Biennale del Giardino Mediterraneo, organizzata a Giarre dalla Fondazione Radicepura, per vedere e discutere sull’idea di quali "Giardini per il futuro" saremo chiamati ad immaginare e a realizzare.

La manifestazione parte con circa due mesi di ritardo rispetto alle scorse edizioni perché l’emergenza covid non ha fatto sconti a nessuno, ma per recuperare il tempo perduto il Parco Radicepura ed i giardini saranno visitabili per sei mesi, a partire da oggi fino a ridosso del  Natale,  prolungando l'apertura in un periodo dell’anno, l’autunno,  che è il migliore, in Sicilia, per visitare giardini. 
Come nelle precedenti edizioni la Fondazione Radicepura, che è un’emanazione dell’attività vivaistica dei Vivai Faro, ha indetto oltre un anno fa un concorso internazionale di idee rivolto a giovani paesaggisti sul tema “Giardini per un futuro”.
All'edizione di quest'anno hanno partecipato 124  progetti provenienti da tutto il mondo, passati al vaglio da una commissione giudicatrice che annovera progettisti ed esperti di rinomanza internazionale come Sara Eberle e Antonio Perazzi insieme a docenti UniCt come Daniela Romano e a progettisti di grande esperienza come Franco Livoti ,che tra le piante dei vivai Faro ci è nato. Sono stati selezionati sette progetti,  (6 riservati a designer under 36 ed 1 riservato a designer over 36 anni) realizzati all’interno del Parco Radicepura che si vanno ad aggiungere a quelli di maggiore caratura internazionale realizzati nelle precedenti edizioni del Festival. I nuovi giardini sono stati presentati ieri alla stampa e da oggi, con l’inaugurazione,  saranno disponibili per le visite del grande pubblico. Questi i nomi ed i progettisti dei giardini selezionati per questa edizione della Biennale del Giardino mediterraneo:

THE GARDEN OF THE ANTROPOCENE:  KATY RENNIE, JOSIE DALBERG, AMBER MAYER
PLANTOCENE:  ERICA BONCALDO E MARGHERITA PASCUCCI

MICRO TO MACRO ​: VIRGILE HAECK E AINHOA ELISSALDE

NOSTOS: DARIO TROVATO, ANDREA BARTOLINI, ANNUNZIATA CENTONZE, LIA MAGGIOLI
FLEURS, GIARDINI DEGLI INERTI: 
Marialuisa Prestini E Giuseppe Ricupero
GIARDINO LINEARE: LUCIA ANGELINI
SENSORY LANDSCAPES: IVAN JUAREZ
Ci sarà tempo per raccontarvi tutto, con calma, di questa nuova avventura del Radicepura Garden Festival  edizione "Giardini per il futuro"

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...