venerdì 26 luglio 2013

Mister Plumeria

Cosa c’è di meglio nella vita che fare del proprio lavoro un divertimento? A me la cosa non riguarda perché lavorare non mi diverte ed aspetto il periodo delle vacanze come una vera e propria liberazione, ma ci sono persone che vivono il proprio lavoro così intensamente, con tanto entusiasmo e in ogni momento della giornata e sentimento della vita da non volere staccare, interrompere, mettersi in pausa mai, per non dovere, ritengo, porre un limite al proprio diletto. 
Di queste persone ne conosco diverse e so di che parlo; basta, ad esempio,  andare a trovare Giampietro al lavoro che è per lui azienda ma anche casa e famiglia e hobby e passione, se lo trovi stanco dopo ore passate al caldo delle serre a mettere ordine tra centinaia di vasi, da come ne parla capisci che stare accanto alle sue amate plumerie è stato per lui un piacere e a sera sprizza ancora entusiasmo che si traduce in un fiume inarrestabile di parole che rimani affascinata ad ascoltare mentre ti mostra e descrive la storia di ogni singolo vaso.
Ed è una storia che in bocca a Giampietro diventa il racconto di un’avventura felice che dura oramai da dieci anni, da quell’acquisto di cento talee di Plumeria rubra, ritirate in gran segreto dall’America, per esaudire, al primo anniversario di matrimonio, il desiderio della moglie Laura, di qualcosa di speciale, di una nuova specie da fiore che fosse profumata, coltivata in Sicilia per tradizione, ma al contempo esotica, da affiancare alla produzione di ibischi e bougainville, le specie per cui l’azienda Sun Island Nursery era conosciuta ed affermata da anni. 


Da quelle prime talee lavorate in azienda, grazie alla passione di Giampietro e al sostegno di Laura, le plumerie sono diventate migliaia e le varietà della collezione botanica sono oltre 1200; una raccolta proveniente dai più importanti centri di coltivazione del mondo che si traduce in una produzione di 400 varietà che fanno dell’azienda Sun Island Nursery una delle più importanti realtà produttive per la coltivazione ed il commercio della plumeria in Europa, punto di riferimento per collezionisti e semplici simpatizzanti del Genere. 


E per te, Giampietro,  il lavoro è passione se riesci a tessere una rete di buoni rapporti con i più esclusivi produttori del mondo che ti porta ad acquistare talee di plumeria alle Hawaii, mandarle ad acclimatare in Florida, presso vivai amici, per farle gradualmente abituare al clima mediterraneo prima di trasferirle, dopo sei mesi, in Sicilia.
Ed il lavoro diventa gioco se scegli, la notte, di non dormire per cercare di vincere ad un’asta, su eBay, preziose talee della Doric JL, una rara varietà di plumeria che infine ti aggiudichi alle tre del mattino per una cifra che è meglio che Laura non venga a sapere.
Sei , poi,  così pazzo delle tue plumerie  che ne sei fatto tatuare due fiori sul braccio;  e che  dire  del bagno di casa che hai requisito per far rianimare talee appena arrivate da reidratare e usi la vasca per far germinare semi di plumeria che tanto i bambini oggi non si dovranno lavare, c’è caldo ed è per loro più divertente andare al mare?
Ma come è possibile dire che è troppa passione se anche a me tra profumi stordenti e colori di cera è venuta la smania da collezione; le vorrei avere tutte le tue plumerie, passando le ore ad immortalarne i colori con foto che rendano anche solo in parte la bellezza dei loro fiori.

Non tergiversare, Giampietro, non perdere tempo e scrivilo in fretta questo libro che hai in mente, perché siamo in tanti a volere sapere tutto, ma proprio tutto,  delle tue plumerie.

 

6 commenti:

  1. Io ADORO le plumerie, ma a casa mia finora non sono resistite. Ne avevo presa una talea a Madeira anni fa, ma è passata presto a miglior vita. Ritenterò. Vado subito a visitare il sito del tuo amico. Sono stata alle Hawaii e ti dirò che fare il giardiniere là è un sogno: ho ancora in mente gli uomini che si alzavano alle sei della mattina per raccogliere i fiori caduti sotto le plumerie nei giardini degli hotel...

    RispondiElimina
  2. meraviglioso!!! io ne ho 2 da anni che non vogliono fiorire nemmeno sotto minaccia di morte :-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stessa situazione per me che ho una "candela" regalatami tre anni fa refrattaria ad ogni minaccia

      Elimina
  3. Tanto sole e tanta pazienza! L'estate scorsa ho avuto la prima fioritura da entrambe le mie piantine prese da talea tre estati fa in Sicilia. Vivo a Civitavecchia e spero che anche quest'anno mi regalino una bella fioritura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo, piccole ma intense soddisfazioni ci ripagano di tanta attesa...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...